Le 5 spiagge più selvagge della Sardegna



Amate la Sardegna ma odiate le spiagge molto affollate? Siete stufi di fare le “sardine” in spiagge in cui non avete un minimo spazio e zero privacy? Nelle spiagge che vi proporremo non dovreste avere questi problemi. Ecco una classifica che vi mostra le top 5 spiagge più selvagge e più difficili da raggiungere in Sardegna.

5. Scivu

Scivu, spiaggia poco conosciuta e difficile da raggiungere presenta sabbia finissima e rosata. Si può raggiungere sia prendendo la SS 126 verso Guspini percorrendo una strada di montagna non asfaltata oppure uscendo da Arbus verso Fluminimaggiore, proseguendo per 12 km. e svoltando a destra in direzione Scivu. Dopo circa 13 km. si arriva a Scivu. La spiaggia dista circa cento metri dal parcheggio.

 4. Cala Corsara

Sabbia bianca e mare cristallino caratterizzano Cala Corsara. La caletta è formata da 4 spiaggette e si trova nel Parco Nazionale de La Maddalena, sulla costa meridionale dell’isola di Spargi ed è raggiungibile esclusivamente dal mare con delle imbarcazioni che svolgono il servizio di mini crociera tra le isole dell’Arcipelago de La Maddalena.

 3. Cala Goloritzè

Cala Goloritzè si trova a Nord di Arbatax, dopo Capo Monte Santo, lungo la Costa Orientale Sarda, e a Sud del Golfo di Orosei.  E’ raggiungibile attraverso via terra e via mare. Se volete arrivarci a piedi dovrete parcheggiare all’interno dei parcheggi di Su Porteddu ed effettuare un percorso di trekking. Il percorso dura circa un’ora in discesa (e un’ora e mezza in salita). Con delle imbarcazioni sprovviste di motore è possibile raggiungerla via mare superando di 300 metri le boe di delimitazione.

2. Area marina protetta dell’Asinara

L’accesso all’Area Marina Protetta è possibile soltanto mediante il collegamento marittimo effettuato con dei battelli specificamente predisposti. I porti principali di partenza per arrivare all’area protetta sono quelli di Porto Torres e Stintino. I porti si raggiungono con mezzi pubblici o privati.

1. Cala Luna

Cala Luna è una spiaggia del Golfo di Orosei, in provincia di Nuoro. Si può raggiungere facilmente via mare, attraverso il servizio svolto da alcuni traghetti. Via terra si può raggiungere in un paio d’ore percorrendo il sentiero che parte da Cala Fuili, una strada parecchio impegnativa. Un’altra alternativa per raggiungere la spiaggia è percorrere il bivio posto al 172,100 della SS 125. Dopo aver percorso una stretta strada asfaltata per circa 10 chilometri, formata sia da tratti ripidi che da tratti in discesa fino a Telettotes, bisogna proseguire a piedi per altri 10 kilometri dalla Codula di Luna. L’ultima alternativa è percorrere una piccola strada che si trova nella strada Dorgali-Cala Gonone all’altezza del M.Malopès. Si prosegue verso Cuili Bucchiarta per 8 chilometri e dopo un ripido sentiero chiamato S’iscala ‘e su molente si arriva nella Codula di Luna, a 2 chilometri dalla spiaggia.

 



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>